telefono  0342 527111     PEC cciaa@so.legalmail.camcom.it   

     

al servizio delle imprese
Marchio Valtellina

Laboratori idonei alla verificazione periodica degli strumenti di misura

Decreto ministeriale 10 dicembre 2001

ELENCO DEI LABORATORI CON SEDE OPERATIVA PRINCIPALE IN PROVINCIA DI SONDRIO

Numero 01
Denominazione LANZI S.R.L.
Indirizzo  Via Pignotti 9 - 23020 POGGIRIDENTI SO
Tel, fax, e-mail  tel 0342 213144

fax 0342 211292

info@lanzi-informatica.com

Categoria degli strumenti  

strumenti per pesare a funzionamento non automatico:

  • classe di precisione III, con portata massima fino a 600 kg
  • classe di precisione II, con portata massima fino a 1000 g
Estremi provvedimento di riconoscimento

determinazione del Segretario Generale n. 114 del 11/05/2009 e n. 104 del 21/04/2010

Sigillo di garanzia  

 

Numero

02
Denominazione ASSYTECH S.R.L.
Indirizzo  Via Val d'Aosta 169 - 23018 TALAMONA SO
Tel, fax, e-mail

 tel 0342 615506

fax 0342 600098

info@assytech.it

Categoria degli strumenti  
  • complessi di misura per carburanti (benzine, gasoli, miscele di benzina ed olio) con portata massima fino a 200 l/min, comprese le relative apparecchiature elettroniche ausiliarie associate;
  • misuratori di volumi di liquidi di soluzione ureica con portata massima fino a 1000 l/min;
  • misure di capacità di tipo speciale da 10, 20, 50, 100, 200, 500 e 1000 l per la verificazione di misuratori di carburante.
Estremi provvedimento di riconoscimento determinazione del Segretario Generale n. 40 del 17/02/2011
Segnalazione Certificata di Inizio Attività ricevuta il 10/07/2015
Sigillo di garanzia  

 

I laboratori, interessati ad effettuare la verificazione periodica degli strumenti di misura, devono possedere le condizioni giuridico-amministrative e tecnico-operative illustrate di seguito.

CONDIZIONI GIURIDICO-AMMINISTRATIVE

Le garanzie di indipendenza dei laboratori si intendono assicurate alle seguenti condizioni:

  • il laboratorio e tutto il relativo personale devono essere indipendenti da vincoli di natura commerciale o finanziaria e da rapporti societari con gli utenti metrici;
  • se un laboratorio fa parte di una organizzazione più ampia avente un interesse diretto o indiretto nel settore degli strumenti di misura, la struttura che svolge l'attività di verificazione periodica deve essere distinta, autonoma e separata soprattutto con riferimento alle attività di manutenzione e riparazione;
  • il personale incaricato della verificazione deve rispettare il vincolo del segreto professionale.

CONDIZIONI TECNICO-OPERATIVE

  1. Il laboratorio deve operare, per la parte inerente l'esecuzione della verificazione periodica degli strumenti di misura, sulla base di un sistema di garanzia di qualità e con riferimento alle norme tecniche nazionali e internazionali per i laboratori di prova.
  2. Si considera soddisfatta la condizione di cui al comma 1 del presente articolo se il laboratorio è accreditato da un organismo aderente alla European Cooperation for Accreditation (EA), che sia firmatario di un accordo di mutuo riconoscimento, e che operi secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17011, ovvero, se il laboratorio opera secondo sistemi di garanzia di qualità validati da un organismo accreditato a livello nazionale o comunitario in base alla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17021.
  3. I laboratori devono essere dotati di strumenti ed apparecchiature idonei in relazione alla categoria di strumenti da sottoporre a verificazione periodica.
  4. I laboratori devono possedere campioni di riferimento tarati, con riferibilità ai campioni nazionali o internazionali, da laboratori di taratura accreditati da organismi aderenti all'EA e adeguati alle caratteristiche metrologiche degli strumenti di misura da verificare.
  5. Le prove metrologiche che i laboratori espletano nell'esecuzione della verificazione devono essere quelle stabilite dalle norme di carattere generale vigenti e quelle particolari specificate nei singoli provvedimenti di ammissione a verifica degli strumenti di misura stessi.
  6. Il personale incaricato della verificazione periodica deve possedere una adeguata formazione tecnica e professionale ed una conoscenza soddisfacente delle prescrizioni relative ai controlli.

AVVIO DELL'ATTIVITA'

I laboratori, con sede operativa principale in provincia di Sondrio, possono avviare l'attività dalla data di presentazione a questa Camera della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), corredata da:

  1. indicazione delle categorie di strumenti di misura con le relative caratteristiche metrologiche, per le quali si intende eseguire la verificazione periodica
  2. indicazione degli strumenti e delle apparecchiature possedute e ritenuti idonei per l'esecuzione della verificazione corredata delle loro caratteristiche tecniche ed operative
  3. la planimetria, in scala adeguata, dei locali adibiti a laboratorio di verifica in cui risulti indicata la disposizione delle principali attrezzature
  4. l'elenco del personale incaricato della verificazione con relative qualifiche e titoli professionali con l'indicazione del responsabile della verificazione
  5. la documentazione comprovante la sussistenza delle condizioni giuridico-amministrative e tecnico-operative illustrate sopra
  6. l'impegno a comunicare alla camera di commercio competente, secondo modalità stabilite dalla stessa, i dati identificativi delle operazioni di verificazione periodica effettuate

 

Contestualmente alla segnalazione vanno versati  € 1000,00 + IVA 20% sul c/c di tesoreria della Camera di Commercio di Sondrio, presso il Credito Valtellinese (IBAN IT02 D 05216 11010 000000018296), a copertura dei costi di accertamento dell'idoneità del laboratorio.


La segnalazione va presentata esclusivamente mediante posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo metrico@so.legalmail.camcom.it, l'attività può essere avviata solo al momento della ricezione della segnalazione da parte di questa camera.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

 

UO SERVIZIO METRICO

tel 0342 527212 - fax 0342 527212
email: metrico@so.camcom.it
PEC: metrico@so.legalmail.camcom.it