telefono  0342 527111     PEC cciaa@so.legalmail.camcom.it   

     

al servizio delle imprese
Marchio Valtellina

Autoriparazione

COS'E'

Rientrano nell'attività di autoriparazione tutti gli interventi di sostituzione, modificazione e ripristino di qualsiasi componente, anche particolare, dei veicoli e dei complessi di veicoli a motore ivi compresi ciclomotori, macchine agricole, rimorchi e carrelli, adibiti al trasporto su strada di persone e cose, nonché l'installazione sugli stessi di impianti e componenti fissi.

Non rientrano nell'attività di autoriparazione le attività di lavaggio, rifornimento di carburante, di sostituzione di filtri aria, filtri olio, olio lubrificante e altri liquidi lubrificanti o di raffreddamento.

Dal 5 gennaio 2013, a seguito dell'entrata in vigore della L. 224/2012, l'attività di autoriparazione si suddivide in tre sezioni:

  • meccatronica (ex meccanica-motoristica ed elettrauto);
  • carrozzeria;
  • gommista.

Meccatronica: riqualificazione delle imprese già attive al 5 gennaio 2013

Entro il 5 gennaio 2018 i responsabili tecnici abilitati per una sola delle sezioni meccanica-motoristica o elettrauto devono estendere la propria abilitazione all'intero settore della meccatronica, attraverso uno dei percorsi di seguito indicati:

  • frequenza con esito positivo di apposito corso regionale di formazione professionale;

  • periodo di esperienza lavorativa qualificata pari ad almeno tre anni negli ultimi cinque per il settore di abilitazione mancante, dimostrabile mediante produzione di copia di fatture, per ciascuno dei tre anni, per interventi di tipo complesso su impianti di veicoli (quali, ad esempio, ABS, ESP, climatizzatori, centraline elettroniche, cambi automatici e sequenziali, impianti di raffreddamento non tradizionali);

  • rivalutazione del titolo di studio posseduto (cfr. elenco dei titoli di studio e relative abilitazioni del Prontuario autoriparatori).

I responsabili tecnici, anche se titolari di impresa, che abbiano compiuto 55 anni di età alla data del 5 gennaio 2013, possono proseguire l'attività senza necessità di alcun percorso di riqualificazione.

Tutti gli altri soggetti che non estenderanno la propria abilitazione, entro il termine e secondo i percorsi indicati, non potranno continuare l’attività.

Le imprese dovranno regolarizzare la propria posizione Registro Imprese presentando, unitamente agli usuali modelli di denuncia (I2, S5 e/o UL), il modello Requisiti/122L, indicando, a seconda del percorso di riqualificazione del responsabile tecnico:

  • nel quadro G NOTE, gli estremi dell’attestato di frequenza con esito positivo del corso;

  • nel quadro E3, i dati relativi al periodo di esperienza lavorativa qualificata per il settore di abilitazione mancante, aggiungendo inoltre il modello Dichiarazione/122L meccatronica;

  • nel quadro E1, gli estremi del titolo di studio positivamente rivalutato.

 

COME AVVIARE L'ATTIVITÀ

Per intraprendere l'attività di autoriparazione l'impresa deve presentare telematicamente al Suap, territorialmente competente, e  all'ufficio del Registro delle imprese, per ogni sede operativa, apposita Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA).

Dal 20 ottobre 2017 deve essere utilizzata la modulistica unica nazionale, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 190 del 16/08/2017 e messa a disposizione nel portale Impresainungiorno o sul sito del Suap, che prevede l'invio contestuale della scia a Comune e Camera di Commercio.

La modulistica deve essere integrata dai seguenti allegati (il terzo solo nei casi previsti):  

 

SOGGETTI ABILITATI

L’imprenditore (o un responsabile tecnico preposto all’esercizio dell’attività) deve essere in possesso dei requisiti tecnico-professionali di cui all'art. 7 della legge 5 febbraio 1992 n. 122.

 

AVVERTENZA

L'Agenzia delle Entrate -  Direzione regionale della Lombardia - con interpello n. 3496 del 13 ottobre 2015 ha chiarito che la tassa di concessione governativa non è dovuta per le SCIA e per la nomina di responsabile tecnico per l'attività di autoriparazione.

Non trovano pertanto applicazione e devono intendersi superate le indicazioni presenti nel prontuario che ne prevede il pagamento.

 

ISTRUZIONI E MODULISTICA

Istruzioni comuni per l'iscrizione nel Registro delle imprese dei soggetti esercenti l'attività di autoriparazione - Lombardia;
è  in corso la revisione del prontuario nelle parti che riguardano la presentazione della scia secondo la modulistica unica nazionale presente sul portale impresainungiorno.
 
La modulistica sotto riportata è utilizzabile per le casistiche diverse dalla segnalazione di inizio attività (regolarizzazione meccatronica, sostituizone aggiunta responsabili tecnici, ecc); in caso di dubbio contattare l'ufficio Registro imprese.
 
Segnalazione certificata di inizio attività di autoriparazione e dichiarazione del possesso dei requisiti
 
Foglio aggiunto - Segnalazione certificata di inizio attività di autoriparazione e dichiarazione del possesso dei requisiti
 
Dichiarazione sostitutiva di certificazione antimafia persone fisiche
 
Dichiarazione sostitutiva di certificazione antimafia persone giuridiche
 
Dichiarazione possesso requisiti meccatronica
 
Nomina-aggiunta-sostituzione di responsabile tecnico
 
Regolarizzazione e/o completamento dichiarazione di possesso dei requisiti
 
 

UO ANAGRAFE CAMERALE

tel 0342 527111 - fax 0342 527202
email: registro.imprese@so.camcom.it
PEC: registro.imprese@so.legalmail.camcom.it