telefono  0342 527111     PEC cciaa@so.legalmail.camcom.it   

     

al servizio delle imprese
Marchio Valtellina

Società estere

Nota informativa n. 2/2013

Secondo quanto disposto dall’art. 2508 c.c., comma 1, le società costituite all'estero che hanno istituito nel territorio dello Stato una o più sedi secondarie con rappresentanza stabile sono soggette, per ciascuna sede, alle disposizioni della legge italiana sulla pubblicità degli atti sociali; inoltre, le società estere di tipo diverso da quelli regolati dal codice civile sono soggette, per ciò che riguarda gli obblighi pubblicitari, alle norme sulle società per azioni (art. 2509 c.c.). Le predette società sono pertanto tenute al deposito del bilancio d'esercizio presso il registro delle imprese.

A tale riguardo si evidenzia che, come espressamente indicato dal Ministero dello Sviluppo Economico nelle “Istruzioni per la compilazione della modulistica per l'iscrizione e il deposito nel registro delle imprese e per la denuncia al repertorio delle notizie economiche ed amministrative” (Circolare n. 3649/C del 18.1.2012), “le società estere aventi sede secondaria in Italia non depositano il bilancio della sede secondaria, bensì quello della società straniera”.

Tenuto conto di quanto sopra e, in particolare, delle previsioni di cui all’art. 101 ter disp. att. c.c., i documenti da presentare sono:

  • n. 1 copia del bilancio della società estera (casa madre) in formato PDF/A - unitamente (se previste) alle relazioni sulla gestione, del collegio sindacale, del revisore o della società di revisione; in caso di bilancio redatto in lingua straniera, deve esserne allegata traduzione giurata effettuata da un perito o esperto iscritto presso il Tribunale o presso l’Ambasciata o il Consolato Italiano;
  • n. 1 dichiarazione del legale rappresentante in Italia attestante l’avvenuto deposito del bilancio nello Stato in cui la società estera ha sede (o relativa ricevuta) ovvero l’insussistenza dell’obbligo di deposito nello Stato estero.

Si precisa inoltre quanto segue:

  • le società in oggetto sono esonerate dall’obbligo di deposito del bilancio in formato XBRL e dall’obbligo di deposito dell’elenco soci;
  • le società estere che hanno aperto in Italia una semplice unità locale non sono tenute al deposito del bilancio.