telefono  0342 527111     PEC cciaa@so.legalmail.camcom.it   

     

Visure e certificati

Che cos'è la visura

La visura è un documento, rilasciato in carta semplice, che contiene la descrizione aggiornata di una determinata impresa, quale che sia la sua ubicazione sull'intero territorio nazionale. La visura camerale contiene tutti i dettagli dell'impresa iscritta: aspetti legali e anagrafici dell’impresa, la denominazione, la forma giuridica, la sede legale, il codice fiscale, il tipo di attività svolta e altri elementi relativi agli organi di amministrazione e alle cariche sociali.

La visura camerale dà informazioni sui dati ufficiali di qualsiasi impresa, individuale o collettiva, iscritta nel Registro Imprese: non ha però valore di certificazione e quindi non è opponibile a terzi. Viene richiesta quando non è obbligatorio acquisire il certificato camerale, oppure quando è necessario dimostrare il codice ATECO attribuito in fase di denuncia di inizio attività (dato che non è presente nel certificato).
Le visure inoltre, a differenza dei certificati, non hanno una durata stabilita dalla legge, per cui la loro validità è rimessa alla volontà delle parti, chi presenta la visura e chi la riceve.

Il legale rappresentante o il titolare dell'attività imprenditoriale può ottenere gratuitamente la visura camerale: è sufficiente possedere SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)CNS (Carta Nazionale dei Servizi), strumenti rilasciati gratuitamente dalle Camere di Commercio che certificano la tua identità confrontandola con la carica presente nel Registro Imprese.
Utilizzando SPID o CNS, puoi consultare la visura della tua impresa accedendo al cassetto digitale dell'imprenditore

Richiedi la visura di un'impresa

Che cos'è il certificato

Il certificato è il documento che certifica l'iscrizione al RI - Registro Imprese e al REA - Repertorio Economico Amministrativo. Viene rilasciato per tutte le imprese iscritte sull'intero territorio nazionale, ha una validità legale di sei mesi (art.41 D.P.R. 445/2000) dalla data di rilascio ed è opponibile a terzi.

Viene richiesto in casi specifici (richieste di finanziamento, fusioni societarie, ...) per i quali non sia sufficiente l'esibizione della visura camerale.
Poichè il Registro delle imprese è un registro pubblico, i certificati possono essere richiesti da chiunque, sia da chi faccia parte dell'impresa sia da chi non ne faccia parte, senza necessità di presentare alcun tipo di modulo o di delega. Di norma i certificati sono rilasciati immediatamente al momento della richiesta. Tuttavia se l'impresa non è in regola con il pagamento del diritto annuale, il rilascio del certificato è bloccato e occorre regolarizzare la posizione al fine dello sblocco.
Normalmente il certificato è rilasciato in bollo. È possibile richiedere un certificato esente da bollo; in questo caso occorre fornire gli estremi della legge che prevede l'esenzione (rimborso IVA, cooperative sociali ed ONLUS, ecc...).

Tramite il portale Telemaco è possibile accedere a certificati di iscrizione, di iscrizione abbreviato, storico e altri. 
Per l'acquisto online di un certificato è necessario disporre della carta filigranata su cui stamparlo e di contromarche olografiche da apporre sul documento stesso.